ROMANO GIOVANNI

Giovanni
Romano
Ricercatore Legge 240/10 - tempo determinato

Presentazione

Giovanni Romano è ricercatore di Diritto commerciale presso il Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici (Università di Siena) dove insegna Business Law (Basic) e Diritto della crisi d’impresa. Laureatosi con lode in giurisprudenza nell’Università di Perugia, ha conseguito il Dottorato in Diritto della banca e del mercato finanziario nell’Università di Siena, dove ha poi lavorato come assegnista di ricerca in Diritto commerciale. Le sue principali aree di ricerca riguardano il diritto societario generale e delle società bancarie, con particolare riguardo ai doveri degli amministratori di società ed alle cooperative di credito; il diritto e la regolamentazione dei contratti finanziari e degli organismi di investimento collettivo; il diritto della crisi d’impresa. È membro del comitato di redazione delle riviste “Ianus” (rivista on-line del Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici dell’Università di Siena) e “Diritto della Banca e del mercato finanziario”.

Orari di ricevimento

  • Martedi' dalle 15:00 alle 16:00
  • Venerdi' dalle 16:00 alle 17:00

Martedì h. 11-13 (salvo diversa comunicazione presente sul sito del Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici: https://www.disag.unisi.it/it/dipartimento/personale/orario-ricevimento-...)

Plesso San Francesco, primo piano, stanza 51

Curriculum Vitae

Comunicazioni

Sospensione attività fidattica frontale fino a nuove comunicazioni.

Gli studenti frequentanti il corso di Diritto fallimentare troveranno indicazioni sulle alternative modalità di svolgimento delle lezioni sulla piattaforma moodle a partire dai giorni 10 e 11 marzo 2020.

Per ciò che concerne il ricevimento, gli studenti possono contattare il docente via e-mail, al fine di stabilire appuntamenti in modalità remota

Attività didattica

BUSINESS LAW (BASIC) a.a. 2019-2020 - First semester

S.E.B. (Curr. Economics and Banking) - E.C. (Curr. E&M) (9 Credits- 60 teaching hours)

 

A. CONTENTSOF LECTURES

The course aims to provide students with a full knowledge of European legislation relating to business and company law. The main objective of the course is to provide students with the appropriate skills to identify problems related to business and, specifically, to companies.

The course is divided into three parts.

The first partconcerns some fundamental elements of EU law with regard to economic activities. Lectures will then analyse certain basic principles of the Treaty on the Functioning of the European Union with regard to the so-called “four fundamental economic freedoms”. In a second step, central concepts of EU competition law will be taken into account through an analysis of both EU legislation and case-law.

The second part of the course (held by Dr Gabriella Gimigliano) has particular regard to Bitcoin and digital currencies regulation and,more generally,to EUlegislation on payment services and other Fintech developments.

The third part of the course focuses on EU Company law. Legislation (directives and regulations) will be analysed with particular regard to the different types of companies and other business organization forms provided for by EU law. The harmonization process of national company laws under way within the EU will be considered as well.

 

B. INDIVIDUALSTUDY AND TEXTBOOKS

“PROGRAMME A” (corresponding to the contentsof lectures listed in former section A)

For the first part:

  • Eleanor M. Fox and Damien Gerard, EU Competition Law. Cases, Texts and Context, Elgar, 2017, pages 1-20, 33-53, 68-115, 159-269;

For the second part:

  • Gabriella Gimigliano(ed), Bitcoin and mobile payments, Palgrave-Macmillan, 2016, pages 27-70, 89-118, 145-229

For the third part:

  • Nicola De Luca, European Company Law, Cambridge University Press, 2017, pages1-188, 367-433

or

“PROGRAMME B”:

  • Nicola De Luca, European Company Law, Cambridge University Press, 2017, pages 1-478.

 

Both attending and non-attending students may opt between exam programme A or B.However, attending students who wish to take mid-term exams (see section C, below) are advised to opt for exam programme A.Exam programme B might turn out tobe more suitable for non-attending students.

 

C. MID-TERMS AND FINAL EXAM

Business law (basic) exam is a written exam. It is made up of 21 multiple-choice questions and 3 “open questions”. As for the first part, you will get 1 point for each correct answer, 0 for not-answered questions, a penalty of 1 point for wrong answers.With regard to “open” questions, your answers will be better graded if they are precise, correct and detailed. Namely:(i) your answer must be consistent with the question; (ii) your answer should make cross-references among different study materials;(iii) your answer must be coherently structured.

You will pass the examif your grade is at least 18 (out of 30).

At the time of registration for the exam,please remember to specify in the notes the Programme (“A” or “B”) you have opted for.

During the course, 3 written mid-term exams will be held. Both attending and not-attending students are entitled to do mid-terms, but please note that mid-term tests will be largely based on class notes. Those students who pass all mid-terms will be entitled to confirm final mid-term grade astheirfinal Business law(basic)grade. Nevertheless, they can also do Business law(basic)exam during the regular exam sessions with a view of improving their finalmid-term grade.

 

When registering for the exam,please remember to specify in the notesthe Programme(“A” or “B”) you have opted for.

During the course, 3 written mid-term examswill be held. Both attending and not-attending students are entitled to do mid-terms, but please note that mid-term tests will be largely based on class notes. Those students who pass all mid-terms will be entitled to confirm final mid-term grade astheirfinal Business law(basic)grade. Nevertheless, they can also do Business law(basic)exam during the regular exam sessions with a view of improving their finalmid-term grade.

 

D. FAQs

1. I want to improve my final mid-term grade and I decide to do Business law(basic)exam on January, but I fail it. What happens? You will keep yourfinal mid-term grade (until September 2020) and you may try to do Business law (basic) exam again.

2. I failed one of the mid-term tests. What happens? In such case you cannot get a final mid-term grade, hence you must do Business law(basic)exam during one of the regular exam sessions.

3. I passed all mid-terms and I decided to accept final mid-term grade as my final Business law(basic)exam grade. What is the next step? In January, or during one of the following regular exam session, you will need to register for Business law (basic) exam pointing out in the footnotesthat you want to accept your final mid-term grade.

4. Please note that once you have accepted your mid-term grade as your Business law (basic) final grade you cannot change your mind. Therefore,you won’t be entitled to do Business law(basic)exam anymore.

5. Please note thatin orderto complete the Business law (basic) exam and get a final vote (either through the three medium term tests or through the regular exam) you must have previously taken the private law exam.

 

 

Diritto fallimentare A.A. 2019-2020 - II semestre
(Corso di laurea magistrale in MaGo) (40 ore – 6 Cfu)

CONTENUTI
Il corso ha ad oggetto il Diritto della crisi d’impresa e dell’insolvenza, il cui sistema verrà trattato al fine della ricostruzione delle relative fonti normative interne ed internazionali, dei presupposti applicativi e del funzionamento delle diverse procedure concorsuali contemplate dall’ordinamento giuridico, anche con riguardo alle rispettive finalità ed ai rapporti tra esse.
Oggetto di specifica trattazione saranno, quindi, le procedure di allerta e di composizione assistita della crisi; gli accordi in esecuzione di piani attestati di risanamento e gli accordi di ristrutturazione dei debiti; il concordato preventivo; le procedure di composizione della crisi da sovraindebitamento; la liquidazione giudiziale; l’amministrazione straordinaria delle grandi imprese insolventi; la liquidazione coatta amministrativa.
L’attenzione verrà rivolta ai più recenti provvedimenti normativi che, a livello interno ed europeo, hanno interessato la materia, vale a dire, al nuovo Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza (d.lgs. 14 gennaio 2019, n. 14) ed alla Direttiva (UE) 2019/1023, riguardante i quadri di ristrutturazione preventiva, il cui contenuto verrà illustrato nel corso delle lezioni in un continuo confronto col sistema, ormai prossimo alla dismissione, di cui alla Legge fallimentare (r.d. 16 marzo 1942, n. 267).

OBIETTIVI
Obiettivo del corso è quello di offrire una visione generale e sistematica del sistema del Diritto della crisi dell’impresa e dell’insolvenza, approfondendo, in ragione delle scelte riformatrici più recenti, la conoscenza dello spazio riservato dall’ordinamento alle soluzioni per una definizione non meramente liquidativa delle vicende di crisi aziendale.

PREREQUISITI
Il corso presuppone la conoscenza dei fondamentali istituti del diritto privato e commerciale.

METODI DIDATTICI
Lezioni frontali.

VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
La modalità dell’esame è essenzialmente orale. Tuttavia, durante il corso potrà essere concordato con gli studenti frequentanti lo svolgimento di diverse attività (p. es., esercitazioni su casi di studio; svolgimento di relazioni su argomenti assegnati dal docente; analisi di decisioni giurisprudenziali o di articoli di dottrina) con l’obiettivo di verificare la progressiva acquisizione dei concetti e principi fondamentali della materia, laddove l’esame finale rimarrà invece volto a verificare la puntuale conoscenza dei vari istituti giuridici che costituiscono oggetto precipuo dell’insegnamento, così come sopra specificato.

TESTI E MATERIALI DI STUDIO
In attesa della pubblicazione di altri volumi aggiornati (del che si darà eventuale comunicazione in seguito), gli argomenti del programma sopra sintetizzati potranno essere studiati su:

  • FAUCEGLIA, Il nuovo diritto della crisi e dell'insolvenza (d.lgs. 12 gennaio 2019, n. 14), Giappichelli Editore, Torino, 2019.

IN AGGIUNTA al sopraindicato manuale, gli studenti, a loro scelta, dovranno selezionare TRE dei seguenti contributi in rivista:

 

  • AMBROSINI, Crisi e insolvenza nel passaggio fra vecchio e nuovo assetto ordinamentale: considerazioni problematiche, 14 gennaio 2019, in www.ilcaso.it
  • BENAZZO, Il Codice della crisi di impresa e l’organizzazione dell’imprenditore ai fini dell’allerta: diritto societario della crisi o crisi del diritto societario?, in Rivista delle società, 2019, n. 2/3, 274 ss.
  • BROGI, Il concordato con continuità aziendale nel codice della crisi, in Il Fallimento, n. 7, 2019, p. 845 ss.
  • CRIVELLI, Il piano e la proposta nelle procedure di componimento della crisi da sovraindebitamento nella L. n. 3/2012 e nel CCII, in Il Fallimento, n. 6, 2019, 713 ss.
  • D’ATTORRE, I concordati di gruppo nel codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza, in Il Fallimento, n. 3, 2019, p. 277 ss.
  • FABIANI, Gli effetti della liquidazione giudiziale sul debitore e sui creditori, in Il Fallimento, n. 10, 2019, p. 1161 ss.
  • FERRO, Allerta e composizione assistita della crisi nel D.Lgs n. 14/2019: le istituzioni della concorsualità preventiva, in Il Fallimento, n. 4/2019, p. 419 ss.
  • NARDECCHIA, Il concordato nella liquidazione giudiziale, in Il Fallimento, 2019, n. 10, 2019, 1247 ss.
  • PAGNI, L’accesso alle procedure di regolazione nel codice della crisi e dell’insolvenza, in Il Fallimento, n. 5, 2019, p. 549 ss.;
  • PICCIAU, L’azione revocatoria nella liquidazione giudiziale, in Il Fallimento, n. 10, 2019, p. 1171 ss.
  • VATTERMOLI, La posizione dei soci nelle ristrutturazioni. Dal principio di neutralità organizzativa alla residual owner doctrine?, in Rivista delle società, 2018, n. 4, p. 858 ss.
  • P. VELLA, L’allerta nel Codice della crisi e dell’insolvenza alla luce della direttiva UE 2019/2023, 24 luglio 2019, in www.ilcaso.it
  • SCOGNAMIGLIO, I gruppi di imprese nel CCII: fra unità e pluralità, in Le Società, 2019, n. 4, 413 ss.
  • SPOLIDORO, Note critiche sulla «gestione dell’impresa» nel nuovo art. 2086 c.c. (con una postilla sul ruolo dei soci), in Rivista delle società, 2019, n. 2, p. 253 ss.
  • ZORZI, Piani di risanamento e accordi di ristrutturazione nel codice della crisi, in Il Fallimento, n. 8-9, 2019, p. 993 ss.

IN ALTERNATIVA ai tre saggi, gli studenti possono scegliere di completare la loro preparazione ai fini dell’esame con lo studio di:

  • DI MARZIO, Obbligazione, insolvenza, impresa, Giuffé Francis Lefebvre Editore, Milano, 2019, pp. 1-200

Fermo rimanendo che le verifiche d’esame verteranno esclusivamente sulla conoscenza dei materiali sopra indicati, gli studenti, specialmente se non frequentanti, potrebbero trovare utile, ai fini di un più consapevole approccio alla materia, anche la lettura di un manuale relativo al sistema della vecchia legge fallimentare. Per la qual cosa, tra i vari altri ancora in commercio, si segnalano i seguenti due testi:

  • L. Calvosa, G. Giannelli, F. Guerrera, A. Paciello, R. Rosapepe (a cura di), Diritto fallimentare. Manuale breve, Giuffrè editore, Milano, 2017;
  • M. Sandulli, G. D’Attorre, Manuale delle procedure concorsuali, Giappichelli editore Torino, 2016.

N.B.: Essenziale è, in ogni caso, la consultazione del Codice della crisi e degli altri tesi normativi rilevanti, nelle loro versioni aggiornate. Quale utile strumento di ricerca e consultazione, si segnala agli studenti il sito internet www.normattiva.it.Gli studenti frequentanti sono inoltre invitati ad avere sempre con loro il testo del Codice della crisi durante le lezioni

ANNO ACCADEMICO DI ESPLETAMENTO: 2019/2020

Anno di corso: 3 Laurea triennale (DM 270) SCIENZE ECONOMICHE E BANCARIE A.A. 2017/2018
Anno di corso: 1 Corso di Laurea Magistrale MANAGEMENT E GOVERNANCE A.A. 2019/2020

ANNO ACCADEMICO DI ESPLETAMENTO: 2018/2019

Anno di corso: 1 Corso di Laurea Magistrale MANAGEMENT E GOVERNANCE A.A. 2018/2019

ANNO ACCADEMICO DI ESPLETAMENTO: 2017/2018

Anno di corso: 1 Corso di Laurea Magistrale MANAGEMENT E GOVERNANCE A.A. 2017/2018

ANNO ACCADEMICO DI ESPLETAMENTO: 2016/2017

Anno di corso: 1 Corso di Laurea Magistrale MANAGEMENT E GOVERNANCE A.A. 2016/2017

ANNO ACCADEMICO DI ESPLETAMENTO: 2015/2016

Anno di corso: 1 Corso di Laurea Magistrale MANAGEMENT E GOVERNANCE A.A. 2015/2016

ANNO ACCADEMICO DI ESPLETAMENTO: 2014/2015

Anno di corso: 1 Corso di Laurea Magistrale MANAGEMENT E GOVERNANCE A.A. 2014/2015

Attività di ricerca

Ultime pubblicazioni:

  • Romano, G. (2017). Recesso e limiti al rimborso delle azioni nelle banche (in specie cooperative) tra diritto societario, regole europee di capital maintenance e “principio” del bail-in. RIVISTA DELLE SOCIETA', 63(1), 1-99. - dettaglio
  • Romano, G. (2017). Trasformazione di banca popolare, recesso e limiti al rimborso delle azioni: il d.l. n. 3/2015 di fronte alla giustizia civile, amministrativa e costituzionale. BANCA BORSA E TITOLI DI CREDITO, 190-226. - dettaglio
  • Romano, G. (2017). La nullità del contratto quadro d’investimento per difetto di sottoscrizione dell’intermediario tra vestimentum negotii, “forma informativa” ed uso selettivo del rimedio di protezione. Aspettando le Sezioni Unite. DIRITTO DELLA BANCA E DEL MERCATO FINANZIARIO, 31(3), 564-608. - dettaglio
  • Romano, G. (2017). La riforma della cooperazione di credito in Italia. In M.C. Cardarelli (a cura di), Nuove opportunità e sfide per le banche di credito cooperativo: la riforma del 2016. Atti del Convegno Lecce, 16-17 dicembre 2016 (pp. 59-69). Torino : Giappichelli. - dettaglio
  • Romano, G. (2016). Stabilità del sistema, prevenzione delle crisi bancarie e riforma delle banche popolari. Osservazioni a margine del D.L. n. 3/2015. IL DIRITTO FALLIMENTARE E DELLE SOCIETÀ COMMERCIALI(3/4), 664-711. - dettaglio